acqua potabile dal rubinetto

Acqua potabile dal rubinetto: dove si può bere? 

Oggi il pensiero comune riguardante la sicurezza dell’acqua potabile che esce dal rubinetto delle nostre case è che essa non sia per niente sicura, a causa della presenza di calcare e di agenti inquinanti. Questa convinzione ha portato quindi la maggior parte delle persone ad acquistare le bottiglie d’acqua al supermercato, oppure, a comprare dispositivi domestici per la sua depurazione. In generale però, occorre analizzare il tutto situazione per situazione, in quanto non è possibile generalizzare su tale argomento. L’unica cosa da fare per essere certi che l’acqua di casa propria sia sicura, è contattare un esperto del settore per farla analizzare. In questa guida parleremo delle zone d’Italia in cui è possibile bere l’ acqua potabile dal rubinetto in tutta sicurezza e tratteremo anche l’aspetto legislativo correlato a tale tematica.

Acqua potabile dal rubinetto: cosa dicono le leggi 

All’interno del Decreto Legislativo 31/2001 è possibile trovare i parametri per i quali l’acqua di una determinata zona viene definita potabile. Il decreto è stilato secondo le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e sancisce che l’acqua deve necessariamente avere parametri di qualità ben precisi, sia microbiologici, sia chimici. Per conoscere con esattezza le caratteristiche dell’acqua proveniente dal proprio rubinetto, potete contattare il fornitore idrico locale, che dovrà darvi tutte le informazioni di cui avete bisogno, anche riguardanti i valori nutrizionali dell’acqua.

Acqua potabile in Italia: qualità in base alle zone geografiche

La maggior parte dell’acqua potabile presente in Italia (circa l’85%) proviene dalle falde acquifere, che, per quanto protette, spesso sono soggette ad alterazioni a causa di agenti chimici, come ad esempio l’arsenico, il boro, il nichel, il mercurio, il cianuro, il floruro e molti altri. Alcuni di questi elementi sono presenti in natura, altri invece, come i nitrati, gli idrocarburi ed il benzene, sono prodotti dall’inquinamento. Le falde acquifere infatti, possono essere contaminate anche da antiparassitari, benzina, fertilizzanti e gas di scarico prodotti artificialmente.

Attualmente l’Italia si trova al quinto posto della classifica mondiale per la qualità dell’acqua, il che è un buon risultato; ma molte regioni e soprattutto molti comuni, si trovano oggi a fronteggiare un inquinamento comunque sostanziale. Si tratta dei luoghi in cui c’è molto inquinamento atmosferico dovuto ai gas di scarico, come ad esempio, il Nord Italia, in particolare Milano e dintorni e di quelli situati al Sud, dove l’inquinamento è dato da una cattiva gestione dei rifiuti chimici, spesso gettati sotto terra.

Volete che la vostra acqua del rubinetto sia potabile? Date un’occhiata agli addolcitori sul nostro sito online Rubinetteria.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *