miscelatore cucina perde acqua

Miscelatore cucina perde acqua: tutti i rimedi

Una delle ragioni principali per cui un rubinetto della cucina perde acqua dipende dal calcare, che si deposita sulle sue componenti. Tali giunture cedono e lasciano fuoriuscire piccole quantità d’acqua che possono così creare problemi. Vediamo allora come cosa fare quando il miscelatore cucina perde acqua.

Come riparare un rubinetto tradizionale

La sistemazione di un rubinetto che perde acqua dipende dal tipo di rubinetteria. Può infatti trattarsi di uno tradizionale oppure di uno con miscelatore. Prima di effettuare l’operazione conviene chiudere il contatore generale dell’acqua ed accertarsi che in corrispondenza del rubinetto da riparare non ci sia più pressione.

Se il rubinetto è tradizionale la perdita d’acqua è in genere dovuta all’usura della guarnizione. In tal caso è necessario svitare la manopola per scoprire e rimuovere la valvola d’ottone per cambiare la guarnizione. Una volta fatto ciò, conviene applicare un po’ di teflon lungo la filettatura in modo da stabilizzare la valvola.

Se il rubinetto è a compressione, dopo aver rimosso i tappi con una chiave inglese si può svitare il dado ed estrarre lo stelo. Su questo è posto l’o-ring, un cerchietto in plastica appoggiato sulla guarnizione. Se queste due componenti rappresentano la causa della perdita d’acqua vanno sostituiti. Per smontare la guarnizione va svitata la vite che la sostiene. Per semplificare l’operazione di rimpiazzo della guarnizione conviene utilizzare un po’ di grasso idraulico.

Come riparare i rubinetti con miscelatore

Per rubinetti con miscelatore a disco ceramico la procedura è differente. Innanzitutto si deve svitare la leva del comando togliendo il coperchio superiore sotto il quale è situata la vite che blocca la leva. Una volta svitata e tolta, si devono rilevare le condizioni della cartuccia. Se vi sono incrostazioni di calcare va semplicemente pulita. Se è consumata è probabile che da ciò dipende la perdita di acqua. Si estrae così la cartuccia con una pinza per cambiarla con una nuova. Se ciò non è sufficiente bisogna cambiare anche la guarnizione.

La rubinetteria con valvola a sfera è composta da diversi componenti. In tal caso si svita il rubinetto e con l’uso di una pinza si rimuovono la borchia e il tappo sottostanti. Poi va allentata la camma, ovvero una sfera in gomma che favorisce il rilascio e/o il blocco dell’acqua, da rimuovere con rondella e sfera. Con l’ausilio di alcune pinzette è possibile togliere guarnizioni e molle. È ora possibile cambiare o-ring, guarnizioni e rondelle e rimontare il miscelatore.

Se il miscelatore è a cartuccia si deve inclinare il rubinetto all’indietro prima di svitarlo e toglierlo. Con una pinza va rimossa la clip che provvede al fissaggio del rubinetto e che in genere tiene la cartuccia. Poi si procede ad estrarre tale cartuccia. Quindi si estrae il beccuccio del miscelatore e l’o-ring per sostituirlo con uno nuovo. Per facilitare tale operazione conviene ricoprire l’o-ring con del grasso idraulico.

Una volta effettuata l’operazione di sostituzione delle parti usurate è possibile riaprire il contatore generale dell’acqua per provare che non vi siano più perdite dal miscelatore riparato.

Vai su rubinetteria.com e scopri tutto quello che c’è da sapere sulla riparazione del miscelatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *