sottolavabo

Come costruire un mobile sottolavabo con il fai da te

Struttura semplice ma funzionale, il mobile sottolavabo completa lo spazio sottostante al lavandino sospeso nascondendo il sifone, e allo stesso tempo presenta uno stipo in cui riporre i nostri tanti contenitori e asciugamani.

Trovare in commercio un mobile sottolavabo che si adatti ai nostri spaziè tutt’altro che facile, per motivi abbastanza ovvi: dimensioni e forma del lavabo, superficie disponibile del bagno, forme delle tubature. Si tratta di un complemento d’arredo che, per risultare perfetto, deve essere realizzato su misura. Proprio per questo molti optano per dei set da bagno con mobile sottolavabo incorporato.

Ma per chi invece è esperto di bricolage ed è dotato di tempo, manualità e voglia di fare, la via del fai da te offre modi semplici e pratici per realizzare un mobile che si adatti al vostro bagno. Potete infatti costruirlo da zero: il risultato sarà essenziale nella sua struttura, ma pratico,e consentirà di ottimizzare lo spazio a disposizione senza ristrutturazioni impegnative, in modo proporzionato alle nostre esigenze.

Istruzioni per la costruzione del mobile sottolavabo

Innanzitutto, lo step preliminare è di prendere le misure dello spazio disponibile che volete che occupi il vostro mobile.

Occorre poi procurarsi i seguenti elementi:

  • 2 pannelli di abete 1000x400x20 mm;
  • 4 travetti 40×40 mm lunghi 650-700 mm;
  • Viti a testa svasata;
  • Tessere a mosaico;
  • Smalto di finitura;
  • 4 ruotine a sfera per facilitare lo spostamento del mobile.

Procedete poi nel seguente modo: all’estremità dei travetti realizzate degli appoggi per il piano superiore: l’altezza deve essere pari allo spessore del pannello e la larghezza invece deve essere metà spessore del travetto. A una decina di centimetri dall’estremità opposta, sullo stesso lato del travetto, preparate uno scasso a U nel quale incastrare il ripiano inferiore. Servendoci del seghetto, eseguite una serie di tagli paralleli e poi facciamo saltare i frammenti battendo su uno scalpello affilato.

Per proteggere le parti di legno che verranno nascoste tramite l’assemblaggio, stendete sui pezzi ancora da unire un po’ di vernice opaca, la cementite. Quindi componete il mobile sottolavabo e stabilizzate gli incastri con una vite.

Prima di passare alla finitura dovrete stuccare eventuali imperfezioni del legno, ad esempio le viti, che possono essere stuccate – ma in questo caso verrebbero coperte dall’applicazione delle tessere a mosaico. Dopo aver verificato che l’assemblaggio non presenti difetti potrete così rimuovere le viti e scomporre le parti per passare lo smalto con maggior fluidità.

Altre idee fai da te per creare mobili da bagno

Ogni casa o cantina pullula di oggetti caduti in disuso che magari pensate di gettare via, ma attenzione: proprio da questi potete creare dei mobili da unici utilizzando materiale di riciclo e rispettando allo stesso tempo l’ambiente.

Per esempio,  un’antica cassettiera può diventare un mobile sottolavabo elegante e di classe; un tavolo da pranzo lo si può fissare alla parete per ospitare il lavello, vecchie credenze di diverso genere, ma anche mobili da toeletta si prestano ad arredare la nostra sala da bagno. E, per dare un tocco più rustico e country al nostro bagno, potete lavorare il tronco di un albero quel tanto che basta per ottenere un risultato a dir poco splendido. Ancora, la macchina da cucito della nonna si può facilmente trasformarla in un mobile da bagno in stile shabby chic, perfetta base e ripiano al nostro lavello.

Per tutti gli accessori, corredi e componenti idrauliche necessarie per rendere la vostra casa perfetta, visitate il sito www.rubinetteria.com.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *