portasalviette

Perché si usano i portasalviette e non i termosifoni in bagno

Nella stanza da bagno il portasalviette è uno tra gli accessori indispensabili. Spesso viene confuso con i termoarredi, che altro non sono se non il frutto della moderna tecnologia. I termosifoni tradizionali in questo modo vengono sostituiti da design che abbelliscono l’ambiente.

Perché si usano i portasalviette

Premesso che se per termosifoni si intendono i radiatori classici in grado di riscaldare l’ambiente, il loro uso è ormai superato: vediamo quali soluzioni esistono in commercio. La funzionalità e l’estetica sono infatti ora migliorati.

Non sempre però, benchè sia comodo nei mesi invernali o dopo scrub ed applicazioni o risciacqui, è opportuno avere la salvietta calda. Senza contare che, se bagnata, dovrebbe essere sostituita per togliere l’eventuale presenza di agenti patogeni. Inoltre sempre di più l’impianto di riscaldamento è a pavimento, per cui risultano inutili le installazioni di termosifoni tradizionali.

I portasalviette in genere si usano maggiormente rispetto ai termosifoni, perchè le forme sono varie e nei casi, così come i materiali in cui sono realizzati. Inoltre si adattano ad ambienti di piccole dimensioni e, se alimentati da elettricità, si accendono solo al momento del bisogno. Inoltre il portasalviette è più pratico da pulire rispetto al termosifone ed arreda grazie alle forme particolari. Rimangono comunque il gusto e le esigenze di chi arreda il bagno a determinare la scelta.

Portasalviette bagno: che differenza c’è con i termosifoni

La differenza tra i termosifoni ed i portasalviette bagno sta proprio nel fatto che gli ultimi generalmente non riscaldano l’ambiente, a meno che non vengano alimentati elettricamente. Inoltre possono essere posizionati in minor numero e solo dove ci aggrada.

Il termoarredo è l’attuale risposta come sostituzione ai termosifoni e si adatta a tutti gli ambienti, di qualsiasi dimensione. Non solo, grazie all’innovazione supportata dalla continua ricerca e dalla tecnologia l’arredo bagno è più flessibile ed il suo design piacevole.

I classici termoarredi per il bagno sono simili a scalette, ma di ridotte dimensioni. Presentano tubazioni, belle a vedersi e posizionate parallelamente l’una all’altra, in grado di fornire calore all’ambiente dedicato all’igiene.

Il termoarredo, così come i termosifoni possono essere collocati in ogni stanza. Nel primo caso anche gli ambienti più piccoli ne traggono vantaggio. A differenza dei portasalviette i termosifoni riscaldano ogni asciugamano o telo vi si ponga sopra.

Ideali per ambienti di piccole dimensioni i portasalviette in grado di riscaldarle, consumano meno e non sono a contatto con l’impianto di riscaldamento. Non contribuiscono però al riscaldamento della stanza da bagno, divengono quindi pratici nei mesi estivi.

La differenza quindi tra i termosifoni ed i portasalviette è notevole, sia come estetica che funzionalità. Ribadiamo che chi in bagno ha il tradizionale termosifone e non vuole ristrutturare la stanza, può rinnovarla mantenendo la soluzione adottata. Chi invece sta costruendo una nuova casa, visto l’importanza del bagno, diventato anche stanza per il relax, può pensare ad un riscaldamento a pavimento e dei portasalviette eleganti e riscaldabili al bisogno.

A questo proposito invitiamo alla vista del sito: www.rubinetteria.com, dove è possibile trovare tutte le possibili soluzioni per termosifoni e portasalviette, oltre a consigli utili, dati da esperti nel settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *