Per qualsiasi informazione chiamaci:
030 7050611
umidità bagno

Umidità bagno: come eliminarla efficacemente

L’umidità bagno potrebbe divenire, se non si corre ai ripari, un problema assai gravoso che può comportare delle ingenti spese di manutenzione. Come prevenire? Come limitarlo? Scopriamolo insieme.

Come prevenire l’umidità:

Un tasso di umidità nel vostro bagno che supera il  60-70%, diventa pericoloso per la vostra salute, ma anche per la vostra casa. Infatti, questa dose così alta di umidità può dare facilmente origine a muffe  e batteri e macchie che, una volta insediati, sono difficile da debellare. Al contempo, non bisogna neanche rendere l’aria troppo secca, perché anche tale condizione potrebbe portare dei problemi respiratori ed una tosse frequente. Per capire le ragioni alla base dell’eccessiva umidità in casa dobbiamo fare riferimento a tre parametri fondamentali:

  • una cattiva coibentazione dei muri esterni che vengono a contatto col terreno,
  • particolari condizioni meteo;
  • mancata ventilazione degli ambienti interni.

Per eliminare fin dall’origine questo problema, potete dotare le vostre abitazioni di un dispositivo elettronico che misuri il tasso di umidità presente all’interno della casa. In questo modo sarà facile capire se ricorrere ai ripari o meno. Per evitare il problema dell’umidità, dovreste mettere in pratica questi semplici consigli:

  1. Evitare la creazione della condensa negli ambienti come la cucina ed il bagno: a tal fine cercate di far si che questi luoghi siano particolarmente esposti a ventilazione.
  2.  Far arieggiare la vostra abitazione ogni mattina per circa 10 minuti
  3. Evitare il ristagno dell’acqua all’interno del sottovaso delle vostre piante interne.
  4. Mettere in moto la cappa aspirante quando cucinate i cibi.
  5. Dotare di una ventola ad areazione i vostri bagni.
  6. Utilizzare dei deumidificatori
  7. Non far asciugare i vestiti in casa senza tenere per un po’ le finestre aperte.

Se seguirete questi consigli, sicuramente riuscirete a prevenire efficacemente la formazione di muffe antiestetiche e pericolose per la vostra salute.

Rimuoverla: quali prodotti usare

Se l’umidità in bagno si è già formata, così come nel resto della casa, come correre ai ripari per eliminare il problema? Andiamo a vedere quali sono le migliori tecniche per far venire meno il problema. In primo luogo è necessario dotarvi di un deumificatore, che può essere creato in poche mosse senza dover spendere nulla. Vi basterà, al fine della sua realizzazione, prendere una bacinella o una bottiglia tagliata a metà riempiendole d’acqua ed aggiungervi del sale grosso. Questo sistema permetterà di asciugare naturalmente il vostro ambiente circostante, riducendo di molto il tasso di umidità presente in casa. Ricordatevi che, dopo 3/4 giorni, il sale comincerà a bagnarsi e dovrete farlo asciugare in forno. Questo vi permetterà di non sprecare ulteriormente altro sale. Ovviamente la quantità di sale utile a tal fine dipenderà molto dalla grandezza del luogo che vorrete asciugare. Un altro rimedio naturale volto all’assorbimento dell’umidità è l’utilizzo della calce viva: se la disponete all’interno di un recipiente forato, questo vi permetterà di asciugare una grande quantità di umidità presente nell’ambiente in questione. Infine, potreste affidarvi alla gomma arabica che permetterà non solo di asciugare l’ambiente circostante ma anche di lasciare un piacevole profumo al luogo in cui deciderete di ubicarlo.

Insomma, tanti rimedi fai da te, semplici e low cost, che risolveranno per sempre il problema umidità!

Per altri consigli di pulizia e prodotti per la casa si consiglia di visitare il sito www.rubinetteria.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *